La Zanzara

Radio 24

Giuseppe Cruciani con David Parenzo conduce "La Zanzara", l'attualità senza tabù, senza censure, senza tagli alle vostre opinioni. Una zona franca per gli ascoltatori, uno spazio nemico della banalità e del politicamente corretto, l'arena dove il primo comandamento è parlare chiaro.

Inizia qui
La Zanzara del 6 ottobre 2022
Ieri
La Zanzara del 6 ottobre 2022
Il ritardo che accumula la trasmissione precedente è ormai irrecuperabile. Per questo Cruciani attacca il Vicedirettore Esecutivo e dichiara di prendersi due minuti sul giornale radio. Ritorna Parenzo e nel decimo giorno dal ritorno del fascismo dichiara: "Le mosse della Meloni mi piacciono, è diventata draghiana". Come si cambia. Ermenegildo da Roma attacca Alessia Piperno, in carcere in Iran. "Se l'è cercata!" Poi dà dell'omosessuale a Ivan Zazzaroni. Il fascista Gianfranco da Torino, in stato d'ebrezza, dichiara di volere cacciare tutti dai rom agli arabi. Gli omosessuali? No perchè tanto sono italiani e non puoi farci niente. La Zanzara è la trasmissione ufficiale della "Corsa delle Lumache".Carlo Pedrazzini, presidente di Pizzighettone Fiere, porta negli studi della Radio della Confindustria la pista e le lumache. Parte una velocissima corsa nel mondo di questi animali che sono ermafroditi. Intervengono pure Paolo Mocavero e Riccardo Vecchi (Urlo di Tato) "È sfruttamento". Mario Adinolfi dopo la disfatta elettorale attacca Zelensky: "Il nobel per la pace a lui? Una offesa al mondo". Poi afferma che la Russia senza Putin sarebbe pericolosissima. Vittorio da Roma odia Dugin e pure la figlia morta. Poi non si scusa neanche con i camionisti. Sempre il solito. Il viceayatollah Mostafa Milani Amin, in diretta dall'Iran, dice che è l'arresto della Piperno è normale e non bisogna parlarne. La sessuologa reazionaria Francesca Bocchi è contraria alla pillola del giorno dopo e si scontra con Parenzo.
La Zanzara del 6 ottobre 2022
Ieri
La Zanzara del 6 ottobre 2022
Il ritardo che accumula la trasmissione precedente è ormai irrecuperabile. Per questo Cruciani attacca il Vicedirettore Esecutivo e dichiara di prendersi due minuti sul giornale radio. Ritorna Parenzo e nel decimo giorno dal ritorno del fascismo dichiara: "Le mosse della Meloni mi piacciono, è diventata draghiana". Come si cambia. Ermenegildo da Roma attacca Alessia Piperno, in carcere in Iran. "Se l'è cercata!" Poi dà dell'omosessuale a Ivan Zazzaroni. Il fascista Gianfranco da Torino, in stato d'ebrezza, dichiara di volere cacciare tutti dai rom agli arabi. Gli omosessuali? No perchè tanto sono italiani e non puoi farci niente. La Zanzara è la trasmissione ufficiale della "Corsa delle Lumache".Carlo Pedrazzini, presidente di Pizzighettone Fiere, porta negli studi della Radio della Confindustria la pista e le lumache. Parte una velocissima corsa nel mondo di questi animali che sono ermafroditi. Intervengono pure Paolo Mocavero e Riccardo Vecchi (Urlo di Tato) "È sfruttamento". Mario Adinolfi dopo la disfatta elettorale attacca Zelensky: "Il nobel per la pace a lui? Una offesa al mondo". Poi afferma che la Russia senza Putin sarebbe pericolosissima. Vittorio da Roma odia Dugin e pure la figlia morta. Poi non si scusa neanche con i camionisti. Sempre il solito. Il viceayatollah Mostafa Milani Amin, in diretta dall'Iran, dice che è l'arresto della Piperno è normale e non bisogna parlarne. La sessuologa reazionaria Francesca Bocchi è contraria alla pillola del giorno dopo e si scontra con Parenzo.
La Zanzara del 4 Ottobre 2022
3d fa
La Zanzara del 4 Ottobre 2022
Ottavo giorno dal ritorno del fascismo, ancora "Faccetta Nera" non ha sostituito l'inno di Mameli.Cruciani spinge ancora per Berlusconi come Presidente del Senato, anche perchè quel ruolo "non serve a nulla". Parenzo ribatte: "È uno scranno che non si merita. Loris da Ravenna è un camionista e non ha mai avuto avances da omosessuali nelle piazzole di sosta. Ovviamente... è di destra. Il rappresentante dei percettori del reddito di cittadinanza, Pasquale Lino Romano è stato bocciato all'esame per "munnezzaio". Non sapeva l'anno di nascita di Mohamed Salah. Poi racconta la storia familiare: il nonno dopo la guerra è tornato con una medaglia al valore. Ha fatto quattordici figli e la nonna ha spostato la medaglia dal petto al pene. Da Parenzo vuole farsi chiamare Commendatore. Antonietta da Fermo è impegnatissima e non vuole rispondere. Lascia però un lungo editoriale contro Alessia Piperno incarcerata in Iran. Invita Giorgia Meloni a non pagare il riscatto. Emilio da Roma afferma che Cruciani sia omofobo e lo attacca sulle sue dichiarazioni dei giorni scorsi. La templare Rachele da Bari è sicura: Giorgia Meloni è una ibrida rettiliana. E sono proprio i rettiliani a comandare il mondo. Il presidente degli animalisti italiani Walter Caporale torna sul suo assunto: "Se un cacciatore muore sono felice". Matteo Cuore Nero è fascista e si lancia in una interpretazione di "Allarmi siam fascisti" È tutto orchestrato dal Deep State. Giorgio da Napoli ne è certo. Il broker della frutta, Matteo da Roma, è putiniano ed è felice per le annessioni russe. Poi però è anche meloniano. Azzurra Eyes è "la mignotta virtuale del 2022" e, giustamente, se ne vanta.