Le Radici dell'Orgoglio

Ass. Le Radici dell'Orgoglio

A partire da giovedì 15 aprile, un podcast settimanale per raccontare i primi 50 anni della storia del movimento e della comunità LGBTQ+ in Italia.

Interviste, materiali d’archivio, musica e tantissimi aneddoti per recuperare le radici dell’orgoglio omosessuale.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook, sul profilo Instagram e sul sito leradicidellorgoglio.it read less

Le Radici dell'Orgoglio Ep. #19 - Se Milano è da bere, Firenze è da ballare (1985)
23-04-2022
Le Radici dell'Orgoglio Ep. #19 - Se Milano è da bere, Firenze è da ballare (1985)
In questo episodio: nasce finalmente Arcigay Nazionale; Paolo Hutter diventa il primo consigliere comunale dichiaratamente gay in Italia; l'esperienza del separatismo lesbico è oggetto di riflessione in una serie di convegni che punteggiano tutto il decennio; il mondo della moda comincia a guardare con occhi diversi il corpo maschile; esce "Sotto il vestito niente", giallo dei Fratelli Vanzina che documenta la Milano da Bere e il fashion meneghino; nel frattempo Firenze si afferma come città più all'avanguardia per quanto riguarda clubbing, moda e musica underground. Infine, la rivista "Babilonia" diffonde le fotografie di Tony Patrioli, cantore di una bellezza mediterranea che andrà a sparire.Interviste a: Franco Grillini, attivista e politico; Paolo Hutter, attivista e politico; Roberta Vannucci, attivista; Andrea Batilla, giornalista ed esperto di moda; Enrico Vanzina, sceneggiatore e scrittore; Bruno Casini, attivista e organizzatore di eventi; Neri Torrigiani, PR; Stefano Bolognini, attivista e giornalista.BIBLIOGRAFIA:Claudio Bartolini, "Sotto il vestito niente di Carlo Vanzina", Gremese, 2019Bruno Casini, "Clubbing for Heroes", Zona, 2017 Franco Grillini, "Ecce Omo. 25 anni di rivoluzione gentile", Rizzoli, 2008Roberta Vannucci, "Non sono l'unica lesbica del mondo" in aa.vv., "Il movimento delle lesbiche in Italia", Il Dito e la Luna, 2016FILMOGRAFIA"Sotto il vestito niente", di Carlo Vanzina (Italia 1985)
Le Radici dell’Orgoglio Ep. #18 - Il morbo dei gay (2ª parte)
05-03-2022
Le Radici dell’Orgoglio Ep. #18 - Il morbo dei gay (2ª parte)
In questo episodio: i medici impegnati nella lotta all’Aids e il rapporto con i pazienti; le istituzioni locali e le politiche di contenimento; il cardinale Giuseppe Siri e il ministro Carlo Donat Cattin; l’Aids e la comunità trans; “Una gelata precoce”, il primo film che tratta il virus; la figura di Enrico Barzaghi; la prima campagna pubblicitaria di informazione; l’istituzione della giornata mondiale della lotta all’Aids; la comunità si organizza in servizi per le persone colpite: l’assistenza domiciliare. Interviste a: Enrico Salvatori, autore televisivo; Giovanni Dall’Orto, giornalista e storico dell’omosessualità; Vanni Piccolo, ex preside e attivista; Sandra Soster, assessore alle politiche sociali del Comune di Bologna nel 1985; Dott. Giorgio Barbarini, infettivologo della Clinica di malattie infettive dell’Università di Pavia; Dott. Massimo Cernuschi, infettivologo all’Ospedale San Raffaele e presidente di ASA e Aids Check-point di Milano; Enzo Cucco, attivista del FUORI; Porpora Marcasciano, attivista trans e Presidente della Commissione Pari Opportunità del consiglio comunale di Bologna; Mauro Gaffuri, giornalista; Gerry Scotti, conduttore televisivo; Elena Barzaghi, sorella di Enrico Barzaghi; Deborah Di Cave, assistente sociale e attivista. BIBLIOGRAFIA:Ursula Rutter Barzaghi, Senza vergogna - Una storia di coraggio contro l'Aids, Edizioni Tea 1998Giovanni Dall’Orto e Riccardo Ferracini, AIDS, Edizioni Gruppo Abele, Torino 1985FILMOGRAFIAUna gelata precoce, di John Erman (USA 1985)
Le Radici dell’Orgoglio Ep. #13 - Falce e finocchio: la sinistra si accorge dei compagni omosessuali (1981)
22-12-2021
Le Radici dell’Orgoglio Ep. #13 - Falce e finocchio: la sinistra si accorge dei compagni omosessuali (1981)
In questo episodio: prime notizie in arrivo dall’America su inspiegabili patologie in giovani pazienti omosessuali; Don Marco Bisceglia; la fondazione del circolo Arci-Gay di Palermo; Ivan Cattaneo e gli Italian Graffiati; il bacio lesbico d’Agrigento e la manifestazione del 22 ottobre; i campi di Adelfia; Culo e Camicia; la Rocky Horror Mania.Interviste a: Dott. Massimo Cernuschi, infettivologo dell’Ospedale San Raffaele di Milano e presidente ASA - Associazione Solidarietà Aids e del Milano Checkpoint; Nichi Vendola, politico e ex governatore della Puglia; Enrico Menduni, docente e saggista, ex presidente dell’Arci; Francesco Lepore, giornalista de Linkiesta e scrittore; Vincenzo Scimonelli, ex insegnante ed attivista; Massimo Milani, attivista, coordinatore del Palermo Pride; Ivan Cattaneo, cantautore; Paola Guazzo, attivista e saggista; Lia D’Urso, attivista; Claudio Bisio, attore.BIBLIOGRAFIA:Elena Biagini, L'emersione imprevista. - Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni '70 e '80, Edizioni ETS, Pisa, 2018Francesco Lepore, Il delitto di Giarre, Rizzoli, Milano 2021Luigi Martini, Arci - Una nuova frontiera, Futura, San Vito al Tagliamento, 2007Rocco Pezzano, Troppo amore ti ucciderà - Le tre vite di don Marco Bisceglia, Edigrafema, Policoro, 2013Cosimo Rossi, Nichi Vendola, Nikita - Un'eccezione che non conferma la regola si racconta, Manifestolibri, Milano, 2005FILMOGRAFIA: Culo e camicia , Ep. Un uomo, un uomo e... Evviva una donna! (1981, Pasquale Festa Campanile)
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#10 - E vizietto sia! (1978-1979)
19-06-2021
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#10 - E vizietto sia! (1978-1979)
Cinema, moda, televisione, locali, stampa, convegni e dimostrazioni di piazza: la “diversità” non è più confinata e confinabile ai margini della società.La fine degli anni Settanta vede il variegato movimento LGBT sempre più cosciente di sé e determinato.Gli anni della sfida e della provocazione hanno scrollato l’indifferenza della società italiana, che adesso è costretta a fare i conti con l’omosessualità in tutte le sue sfumature.Termina qui il primo capitolo del nostro racconto. Ci ritroveremo a breve per narrare una decade creativa, spregiudicata, ricca di fermenti e conquiste, eppure drammatica e dolorosissima: gli Anni Ottanta.Interviste a: Ricky Tognazzi, attore e regista; Massimo Fini, giornalista; Maria Luisa Frisa, critico e fashion curator; Romani Cecconi, detta La Romanina; Porpora Marcasciano, attivista transgender e scrittrice; Felix Cossolo, attivista e imprenditore; Gigi Malaroda, attivista; Enzo Francone, attivista del Fuori!; Andrea Pini, scrittore e ricercatore; Polina Poletti, attivista lesbica; Pietro Tarallo, giornalista e critico cinematografico; Enrico Salvatori, autore e regista televisivo.BIBLIOGRAFIAElena Biagini, L’emersione imprevista, ETS, Pisa, 2018Romina Cecconi, Io, la "Romanina". Perché sono diventata donna, Vallecchi, FirenzeFelix Cossolo, Lucia Manzilli (a cura di), Felix Cossolo 40 anni in movimento. 1975-2015: Un viaggio nella storia della militanza gay, ?, Milano, 2015Maria Luisa Frisa, Stefano Tonchia, Walter Albini e il suo tempo. L'immaginazione al potere, Marsilio, Venezia, 2010FILMOGRAFIAIl vizietto (1978, Édouard Molinaro) La patata bollente (1979, Steno)ma anche…Dimenticare Venezia (1979, Franco Brusati)Ernesto (1979, Salvatore Samperi)
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#8 - Prove tecniche di visibilità (1976-1977)
05-06-2021
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#8 - Prove tecniche di visibilità (1976-1977)
Le cruciali elezioni politiche del 1976 - quelle in cui si vagheggia il sorpasso della sinistra - sono l'occasione in cui gli omosessuali, grazie a un'idea di Marco Pannella, testano la visibilità politica: il Partito radicale mette in lista gay e lesbiche.La voglia di uscire fuori è sempre più urgente e, pur perdendo l'originario impeto rivoluzionario, trova concretezza in spettacoli teatrali, programmi nelle radio libere, nuove imprese editoriali e banchetti ai grandi eventi.Il contesto sociale è nervoso e trasuda rabbia e violenza: gli anni di piombo incombono.Eppure, spontaneo, cresce anche il desiderio di evadere dalla realtà e di divertirsi: la musica e i locali per ascoltarla e per incontrarsi acquisiscono sempre più importanza e centralità.BibliografiaBruno Casini, Banana Moon. C'era una volta un freak-rock club a Firenze, sul finire degli anni Settanta, Zona, Genova, 2008Felix Cossolo, Lucia Manzilli (a cura di), Felix Cossolo 40 anni in movimento. 1975-2015: Un viaggio nella storia della militanza gay, ?, Milano, 2015Luca Locati Luciani, Crisco Disco - Disco Music & clubbing gay negli anni ‘70-’80, Vololibero, Milano, 2013Elio Modugno, La mistificazione eterosessuale, Gammalibri, Milano, 1978Enrico Salvatori, Sorelle Bandiera in Daniele Del Pozzo, Luca Scarlini (a cura di), Gay. La guida italiana in 150 voci, Mondadori, Milano, 2006DiscografiaIvan Cattaneo, Primo secondo e frutta (Ivan compreso), Ultima Spiaggia, 1977Amanda Lear, I Am a Photograph, Ariola, 1977Pooh, Poohlover, CBS, 1976Renato Zero, Zerofobia, RCA Italiana, 1977
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#4 - Siete pronti per quello che vogliamo dirvi? (1970-1973)
08-05-2021
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#4 - Siete pronti per quello che vogliamo dirvi? (1970-1973)
È il 1972 quando si scopre che a Sanremo verrà organizzato un congresso di sessuologia che sembra nascondere intenti per nulla limpidi, promuovendo quelle che oggi sono tristemente note come terapie riparative.I membri del neonato FUORI! non possono non esporsi. Con la voce e con i corpi. Decidono di fare rumore, di andare lì e prendere la parola. Decidono che degli omosessuali e delle lesbiche ne devono parlare gli omosessuali e le lesbiche. E comincia una storia di rivendicazione delle parole e degli spazi che ancora stiamo combattendo.Un fermento che poi si espande, vitale e virale, nel resto del paese, con Mario Mieli e l’apertura proto-queer di Lotta Continua e poi un 8 marzo e un 1° maggio a Roma di affermazione femminile e per la prima volta anche lesbica.I media nostrani non tengono il passo, tra morbosità e pietismo, ma la rivoluzione - di sicuro! - non sarà televisiva. La rivoluzione sarà in presenza.Interviste a Angelo Pezzana, fondatore del Fuori! ed ex-libraio; Enrico Salvatori, regista e autore televisivo; Bruno Fiorentino, architetto e attivista; Gianni Romoli, sceneggiatore e produttore; Alba Montori, attivista ed ex-docente; Enzo Cucco, attivista; Riccardo Strappaghetti, ricercatore; Elena Biagini, attivista e docente; Enzo Francone, attivista del Fuori!; Luigi Cannillo, poeta ed ex-docente; Peppino Ortoleva, ex-militante di Lotta Continua e docente.Per approfondire gli argomenti di questo episodio:BIBLIOGRAFIAElena Biagini, L'emersione imprevista. Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni '70 e '80, Edizioni ETS, Pisa, 2018Peppino Ortoleva, Saggio sui movimenti del 1968 in Europa e in America, Editori Riuniti, Roma, 1998Angelo Pezzana, Dentro e fuori, Segrate, Sperling & Kupfer, 1996Gianni Rossi Barilli, Il movimento gay in Italia, Milano, Feltrinelli, 1999Mariasilvia Spolato, I movimenti omosessuali di liberazione, Milano, Asterisco Edizioni, 2019FILMOGRAFIASessomatto (1973, Dino Risi)Dentro e fuori. Un ritratto di Angelo Pezzana (2005, Ugo Nespolo)SITOGRAFIAhttp://www.wikipink.org/index.php/AIRDOhttp://www.wikipink.org/index.php/Manifestazione_di_Sanremo_(1972)
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#3 - Scandalosi quegli anni (1960-1970)
01-05-2021
Le Radici dell'Orgoglio Ep.#3 - Scandalosi quegli anni (1960-1970)
Favolosi per molti ma non per tutti, gli anni ’60 segnano per il belpaese l’inizio di una malcelata ossessione per la trasgressione e gli scandali, tragici o pruriginosi che siano.Dai fantomatici Balletti Verdi, millantati rendez-vous tra giovanotti nella più sonnolenta provincia bresciana, alle luci della ribalta, dove L’Arialda di Giovanni Testori con la regia di Luchino Visconti viene censurata da un solerte magistrato: una storia che ci racconta Umberto Orsini che ne fu protagonista.E poi il cinema che allude senza dire, tra pepli scollacciati e perizomi maschili che si dichiarano però storici e virili.Il Jet Set lombardo di Alberto Arbasino e le derive d’oltralpe di una irresistibile Franca Valeri in Parigi o cara.Ma il paese reale sa essere molto meno dorato, un paese in cui i mass danno il peggio con il caso Braibanti e la tragedia Lavorini.C’è infine la terza via, anarchica e disallineata, sia alla militanza che al tradizionalismo, che è il genio pirotecnico, spiazzante e affilatissimo di Paolo Poli.Interviste a Umberto Orsini, attore; Carlo Lucarelli, scrittore e conduttore televisivo; Dacia Maraini, scrittrice; Pino Strabioli, attore e conduttore televisivo; Maurizio Porro, critico cinematografico e teatrale; Michele Masneri, giornalista e scrittore; Stefano Bolognini, giornalista; Ferruccio Braibanti, nipote di Aldo Braibanti; Massimo Consoli, attivista; Giovanni Dall’Orto, attivista e storico gay; Mauro Giori, professore di Storia e critica del cinema; Francesco Gnerre, docente e saggista; Franco Grattarola, critico cinematografico; Luca Locati Luciani, collezionista e ricercatore; Francesco Massaro, regista e sceneggiatore; Nerina Milletti, docente e storica lesbica; Vincenzo Patanè, docente e critico cinematografico; Marco Pelissero, professore di Diritto Penale; Willy Vaira, scrittorePer approfondire gli argomenti di questo episodio:BIBLIOGRAFIAStefano Bolognini, Balletti verdi. Uno scandalo omosessuale, Liberedizioni, Brescia, 2000Antonio Bruschini, Antonio Tentori, Nudi e crudeli. I mondo movies italiani, Bloodbuster, Milano, 2013Mauro Giori, Intorno a Luchino Visconti. Dieci sguardi eccentrici, UTET, Torino, 2021Mauro Giori, Omosessualità e cinema italiano, UTET, Torino, 2019Francesco Gnerre, L’eroe negato, Omosessualità e letteratura nel Novecento italiano, Rogas, Roma, 2019Federica Mazzocchi, Giovanni Testori e Luchino Visconti, L’Arialda 1960, Scalpendi, Milano, 2015Vincenzo Patanè, Cento classici del cinema gay. I film che cambiano la vita, Cicero, Venezia, 2009Paolo Poli, Pino Strabioli, Sempre fiori mai un fioraio, Rizzoli Controtempo, Milano, 2013Sandro Provvisionato, Il caso Lavorini. Il tragico rapimento che sconvolse l'Italia, Chiarelettere, Milano, 2019Giò Stajano, Willy Vaira, Pubblici scandali e private virtù. Dalla Dolce Vita al convento, Manni, Lecce, 2006FILMOGRAFIAEuropa di notte (1959, Alessandro Blasetti)La dolce vita (1960, Federico Fellini)Rocco e i suoi fratelli (1960, Luchino Visconti)Parigi o cara (1962, Vittorio Caprioli)Comizi d’amore (1964, Pier Paolo Pasolini)Il complesso della schiava nubiana, da I complessi (1965, Dino Risi, Franco Rossi, Luigi Filippo d’Amico)Metti una sera a cena (1969, Giuseppe Patroni Griffi)Il caso Braibanti (2020, Carmen Giardina e Massimiliano Palmese)
Le Radici dell’Orgoglio Ep.#2 – Quando eravamo invertiti (1900-1959)
24-04-2021
Le Radici dell’Orgoglio Ep.#2 – Quando eravamo invertiti (1900-1959)
Dall’inizio del Novecento, quando l’assenza di legislazioni e restrizioni rendeva l’Italia contadina terreno di conquista anche mercenaria per ricchi omosessuali europei, passando per il ventennio fascista, che inneggiando ai miti della famiglia e della purezza della razza condannava gli omosessuali al confino e le lesbiche all’invisibilità, quindi il dopoguerra, le feste libere e libertine interrotte dalla questura, il teatro e le speranze disattese e infine la polizia e la Democrazia cristiana... ma - per par condicio - anche il partito comunista. Inoltre, per non farsi mancare nulla, una giornata particolare e un inatteso coming out a una prima dei Legnanesi. Interviste a Giovanni Dall’Orto, Nerina Milletti, Gianfranco Goretti, Luca Locati Luciani, Dario Petrosino, Andrea Pini, Sandro Avanzo, Dacia Maraini, Maurizio Bellotti, Natalia AspesiPer approfondire gli argomenti di questo episodio:BIBLIOGRAFIAGiovanni Dall’Orto, Tutta un’altra storia, Il Saggiatore, Milano, 2005Gianfranco Goretti, Tommaso Giartosio, La città e l'isola, Donzelli, Roma, 2006Nerina Milletti, Luisa Passerini (a cura di), Fuori della norma, Rosenberg & Sellier, Torino, 2007Dario Petrosino, Il comune senso del pudore. La repressione dell’omosessualità nell’Italia contemporanea, in aa.vv., Tribadi, sodomiti, invertite, invertiti, pederasti, femminelle, ermafroditi, ETS, Pisa, 2017Andrea Pini, Quando eravamo froci, Il Saggiatore, Milano, 2011Gabriella Romano, Il mio nome è Lucy, Donzelli, Roma, 2009FILMOGRAFIABaci rubati (2020, Fabrizio Laurenti e Gabriella Romano)Una giornata particolare (1977, Ettore Scola)