Matteo Caccia racconta

Radio 24

Un format narrativo che usa lo storytelling per raccontare la nostra quotidianità. Le storie di vita che il programma raccoglie sono "Storie di filosofia quotidiana". Raccontare e ascoltare storie è il modo migliore per conoscere il mondo e le persone e nel racconto degli altri c’è sempre qualcosa di interessante anche per noi: un insegnamento, un nuovo modo di vedere le cose, uno spunto di riflessione o magari il senso a ciò che stiamo vivendo noi stessi. Le “Storie di filosofia quotidiana” sono le vostre storie, che grazie al contributo di un ospite, che cambia ogni settimana, diventano le storie di tutti. Autori Matteo Caccia, Federico Bernocchi, Anita Panizza Sound Design Luca Micheli, Paolo Corleoni.

read less
NewsNews

Episodes

In cerca di cibo
17-05-2024
In cerca di cibo
Gennaio 1981: Andrea viene mandato per la prima volta in Monzambico, il lavoro che deve fare consiste nel programmare la produzione di pezzi di ricambio per potere riparare locomotive a vapore e vagoni ferroviari. Sulla carta, tutto bene. Arrivato sul posto, però, la situazione è molto più difficile del previsto: la guerra civile rende difficile l'approvvigionamento di cibo. I negozi vendono poco o nulla. Non resta che andare a pescare per sfamarsi, e cercare di non farsi rubare le arance da un gruppo di babbuini. Nella seconda parte, una storia che arriva da Gaza. La guerra, compresi i bombardamenti e l'assedio di Israele, ha soffocato le importazioni di cibo e distrutto l'agricoltura. Per due milioni di gazawi affamati, la maggior parte dei giorni comporta la difficile ricerca di qualcosa da mangiare. Amany Mteir, 52 anni, setaccia le strade a nord di Gaza City, dove la gente vende o scambia il cibo che ha. Più a nord, Aseel Mutair, 21 anni, ha detto che lei e la sua famiglia di quattro persone hanno diviso una pentola di zuppa da una cucina da campo due volte la scorsa settimana. Un giorno non avevano altro che tè. Un articolo del New York Times ha raccontato la quotidianità di Amany,  Aseel e dei loro famigliari alla ricerca di cibo.PlaylistIt Ain't the Meat - The BaboonsPackt Like Sardines In a Crushd Tin Box - Radiohead Life Is a Minestrone - 10ccMasters of War - Bob DylanLong Live Palestine - LowkeyCheeseburger In Paradise - Jimmy Buffett
Rino
10-05-2024
Rino
“E adesso abbiamo la canzone numero quattro della categoria cantautori, si chiama Gianna e la canta Rino Gaetano. Ecco Gianna”. Con queste parole, Vittorio Salvetti introdusse Rino Gaetano sul palco del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo del 1978. Per l’esibizione Rino scelse un cappello a cilindro, regalatogli da Renato Zero, un frac, un papillon bianco, una maglia a righe, tante medagliette militari sul petto, che regalò in giro appena finito di cantare, e infine un ukulele.È proprio da questa esibizione che Gaetano uscì dalla cerchia dei cantautori di nicchia per raggiungere il successo popolare. Per i suoi fan di lunga data fu quasi un tradimento la partecipazione a Sanremo, mentre i nuovi apprezzarono molto questo motivo orecchiabile e facile da canticchiare. Solo Gaetano e la commissione del Festival sapevano che in realtà Gianna fu soltanto la scelta di ripiego, comunque molto azzardata, perché fu la canzone che sdoganò la parola sesso al Festival di Sanremo e in televisione. Ciò che nessuno poteva immaginare, però, era che il successo di Rino Gaetano sarebbe finito bruscamente soltanto tre anni dopo. La storia che ci ha mandato Fernando e la vicenda della prematura scomparsa del cantante così come raccontata da Vanilla Magazine, sono l'occasione per dedicare questa intera puntata a Rino Gaetano.PlaylistLast Night a D.J. Saved My Life - IndeepMusic - John MilesSpendi Spandi Effendi - Rino GaetanoNuntereggae più - Rino GaetanoAida - Rino GaetanoSei ottavi - Rino Gaetano