Pillole di Nonsolosuoni.it

Radio Nonsolosuoni.it

Qui sono raccolte tutte le "Pillole di Nonsolosuoni", ovvero tutte le puntate della rubrica di Radio Nonsolosuoni.it nella quale ogni giorno parliamo di un artista o gruppo musicale che ha fatto la storia della musica.
Su Radio Nonsolosuoni, la rubrica va in onda dal lunedì al venerdì dopo i notiziari delle ore 7, 11, 18 e 23.
Un viaggio che, giorno dopo giorno, racconta la storia della musica dagli anni 60 fino agli anni 2000. read less

Elton John: parliamo del cantautore e musicista inglese, ricordando l'album 21 at 33 del 1980, che conteneva la hit White Lady White Powder
18-01-2023
Elton John: parliamo del cantautore e musicista inglese, ricordando l'album 21 at 33 del 1980, che conteneva la hit White Lady White Powder
Ben ritrovati! Andiamo oggi al 1980, è questo l'anno in cui un grande cantautore e musicista, ma in generale un artista a tutto tondo come Elton John, ha pubblicato "White Lady White Powder". Si tratta di un brano molto amato da tanti fan, ma anche odiato, odiato per il riferimento alla white powder, la polvere bianca, ossia la cocaina. Il titolo e poi il testo, infatti, sono traducibili letteralmente come: la donna bianca o donna in bianco, polverina bianca. A scrivere la lirica è stato il socio artistico di sempre di Elton John, cioè Barnie Tupin, e appunto il riferimento esplicito è alla cocaina. Il protagonista del brano, infatti, ama una donna che però è solita assumere questa droga, e quindi si fa coinvolgere anche lui da questo giro. "White Lady White Powder" potrebbe essere allora un po' ritenuta come una canzone ironica, dato che Elton John era noto per aver assunto a sua volta la cocaina fino alla fine degli anni 80, mentre poi negli anni 90 si è disintossicato e riabilitato, per così dire. È uno dei rarissimi pezzi della discografia di Elton John, che comunque cita un tipo di droga; a livello musicale, invece, proviene dall'album del 1980 "21 at 33", cioè il numero dei dischi che aveva pubblicato fino ad allora e del quale era la 5ª traccia. È caratterizzato da un forte ritmo, la melodia è di tipo soft rock, ma soprattutto con toni molto pop........
Bruce Springsteen: il 5 gennaio 1973 usciva "Greetings From Asbury Park, N.J.", l'album d'esordio dell'allora 23enne cantautore statunitense
18-01-2023
Bruce Springsteen: il 5 gennaio 1973 usciva "Greetings From Asbury Park, N.J.", l'album d'esordio dell'allora 23enne cantautore statunitense
Ci sono date che rimangono scolpite nella storia, come il gennaio del 1973. Esattamente era il 5 gennaio di 50 anni fa, quando usciva quello che sarebbe diventato l'album d'esordio di un grande artista ancora oggi attivo. Parliamo infatti di "Greetings from Asbury Park, N. J.", di Bruce Springsteen; all'epoca era costato una manciata di dollari e uscì nei negozi, rappresentando il via a quella che sarebbe diventata una gloriosa carriera del cantore delle strade americane, l'erede di Bob Dylan, la voce roca della via di mezzo, quello che insomma ha scritto "The Ghost of Tom Joad". Il 2 maggio dell'anno precedente, va ricordato, Springsteen e il suo manager, Mike Appel, entrarono negli uffici della Columbia di New York per un'audizione con quello che era il leggendario produttore John Hammond; era lo scopritore, per intenderci, di Dylan, di Aretha Franklin e di altri artisti di questo calibro. Ed era l'occasione per Bruce Springsteen a 23 anni. Ma c'era anche un problema, l'etichetta e il nuovo manager volevano un album solista, cioè voce e chitarra acustica, insomma un folk singer; si giunse però a un compromesso che forse ha fatto anche la storia per il boss - come è soprannominato -, l'album sarebbe stato diviso in due, fra canzoni suonate con la band e altre, appunto, solo in versione acustica, con la chitarra elettrica di Springsteen che si avverte soltanto in "Blinded by the light"......
Giorgia. Prima di Natale, a Viva Rai 2, lo scherzo di Fiorello alla cantante: per errore, spoilera il brano in gara al prossimo Sanremo.
12-01-2023
Giorgia. Prima di Natale, a Viva Rai 2, lo scherzo di Fiorello alla cantante: per errore, spoilera il brano in gara al prossimo Sanremo.
Abbiamo accenato, nell'ultima puntata, a Sanremo, e a qualche polemica pre Festival legata ad Anna Oxa. E non sono mancate altre occasioni per parlare della kermesse, in questo caso con Giorgia, ma anche Fiorello, che di Amadeus è non solo amico, ma è stato spalla ed è pronto a replicare quest'anno proprio al Festival. Ecco che l'artista romana ha temuto per qualche ora, appena prima di Natale, di essere squalificata, per colpa, se così possiamo dire, proprio del mattatore. Lo showman e Amadeus hanno tenuto, infatti, con il fiato sospeso i fan della cantante, lasciando intendere che sarebbe stata eliminata dalla gara canora a causa di uno spoiler della sua canzone. Tutto è successo nel corso di una puntata di Viva Rai2, il programma mattutino di Fiorello sulla seconda rete Rai. Facendo finta di sfidare il regolamento del Festival, il mattatore siciliano ha fatto ascoltare l'inizio di un file audio, che gli era stato inviato su WhatsApp dalla cantante romana, dicendo: "Questo è il brano di Sanremo, ne facciamo sentire solo qualche secondo". Andati in onda 5 o 6 secondi del brano, ecco che è stato interrotto giusto in tempo, perché sul cellulare di Fiorello arrivasse la chiamata del direttore artistico e conduttore del Festival, appunto Amadeus, che gli ha detto: "Non si può spoilerare Sanremo, adesso Giorgia è squalificata, te la prendi tu la responsabilità". Fiorello allora ha fatto finta di preoccuparsi mentre dava conto della pioggia di messaggi che erano arrivati appunto sulla Rai, al programma. E a questo punto ha poi svelato che il brano ascoltato, in realtà era un altro inedito rispetto a quello di Sanremo; ma è semplicemente un brano contenuto nel nuovo progetto discografico di Giorgia. Anche Amadeus ha richiamato in diretta, ovviamente a riso di quanto accaduto. Lo scherzo è perfettamente riuscito! .....