Max Ferrari, MC2 Sainth Barth dall’Italia al mondo

ONE MORE TIME di Luca Casadei

01-07-2022 • 47 minuti

Max Ferrari fondatore di MC2 Saint Barth, il noto marchio di capi e accessori, racconta in questa puntata come è iniziata la sua avventura nel mondo della moda, portando il brand a essere conosciuto e riconosciuto a livello globale. Gli inizi e la nascita del marchio: “Mc2 Saint Barth nasce in spiaggia. Ero con un gruppo di amici in Sardegna . In quei tempi avevano tutti Sundek, aveva il monopolio. L’idea forte fu che per fare un costume non bisognava avere un’azienda. Non sapevamo nulla dell’argomento, l’abbiamo disegnato e abbiamo fatto realizzare i primi 15 prototipi a mano. Siamo andati in giro, con il mio socio, per venderli porta a porta”.
La crescita e i momenti più difficili: “Il giorno più brutto è stato all’inizio. Ero parcheggiato con la mia macchina sul lago di Como, avevo già preso 3, 4 porte pesanti in faccia, avevo lasciato in quel momento l’avvocatura. È stato un pomeriggio molto molto lungo. Sono andato a provare a vendere e non ci ero riuscito. La mia sfortuna era che forse avevo qualcosa da perdere. A volte il non aver nulla da perdere ti fa essere più spavaldo. Io avevo qualcosa da perdere perché avevo studiato, amavo il mio lavoro e all’inizio questo mi ha creato un bel po’ di ansie”

Potrebbe piacerti