Psicofarmaci per diventare più intelligenti: ha senso?

Psicologia Cognitiva Applicata

10-10-2022 • 11 mins

Ho sentito uno su YouTube che parla di Nootropi. Sarebbero sostanze che le persone assumono per diventare più intelligenti. Alcuni li prendono per pillole, altri per endovena, altri ancora – questo però non sono riuscito a verificarlo con certezza - per via rettale tipo supposta.
Queste sostanze inizialmente utilizzate in ospedali psichiatrici da medici per curare patologie mentali, se assunti da individui sani migliorerebbero la potenza di calcolo del cervello. E questo, appunto, è quello che ho sentito su YouTube.
Spesso però accade che online si trovi un po’ di tutto, e ancora più spesso questo “un po’ di tutto” corrisponde a… un nulla. Un insieme di speculazioni senza fondamenti, che persone senza conoscenza o esperienza in merito portano in digitale per fare il grano. I farmaci nootropi possono realmente funzionare? Se si, in che modo è lecito consumarli?

You Might Like

Di sana pianta
Di sana pianta
Chora Media - Stefano Mancuso
Pepite di Scienza
Pepite di Scienza
Simone Baroni
Pillole di Scienza
Pillole di Scienza
Massimo Dell'Erba
F***ing genius
F***ing genius
storielibere.fm
A Wild Mind
A Wild Mind
Andrea Bariselli
Scientificast
Scientificast
Scientificast
Curiuss
Curiuss
Alan Zamboni
Passione Psicologia
Passione Psicologia
Alessandro Mazzoli - Psicologo - Vigevano
Pharmakon
Pharmakon
Francesca De Ruvo, Ruggero Rollini, Andrea Tavernaro, Francesca Zavino
MC2
MC2
OnePodcast
Leggero ma non troppo
Leggero ma non troppo
Elena Accorsi Buttini