Ep. 10 Diego Di Franco: non chiamatemi "mammo"

Grembo, racconti di pancia

10-10-2023 • 40 mins

Facciamo un esercizio: pensate ad un “detto” che riguarda la figura della mamma.
A me viene subito in mente “Di mamma ce n’è una sola” oppure “la mamma è sempre la mamma”.
Questi detti nascondono dietro di sé secoli di una cultura patriarcale che hanno affidato alla madre il ruolo di figura genitoriale di riferimento.

​Quando nasce un bambino, nonostante l’obbligo oggi in Italia, solo il 35% dei papà usufruisce del congedo parentale.
Eppure aldilà dei numeri, è evidente che il cambio culturale sulla paternità è ormai in atto: i papà sono sempre più partecipi nella vita dei loro figli.
Perché allora ci capita ancora di sentire definizioni infelici come “mammo” oppure “papà-baby sitter”?

Diego di Franco, conosciuto anche come “Il Meraviglioso mondo dei papà”, ci ricorda che esiste già una parola bellissima per indicare la figura maschile che si occupa dei figli: papà.
E a proposito di definizioni, Diego ne ha scelta una, in inglese, che è “Stay at home dad”.
La sua storia infatti è quella di un papà che con l’arrivo dei figli ha scelto di stare a casa, mentre la moglie svolge la sua professione di ingegnera.

In questo episodio abbiamo parlato di stereotipi di genere, di suddivisione dei compiti, di trend su TikTok che non fanno bene alla salute.
E ancora, dell’immagine di una madre troppo idealizzata e quella di un padre troppo denigrato. La parità di genere inizia a casa e continua nella società. Sappiamo che ci vuole del tempo per far cadere uno ad uno gli stereotipi.

Ma con la sua preziosa testimonianza, Diego sta dando un colpo di acceleratore.