Ep. 8 | Rebelling with care. Ripensare il femminismo e la salute con le biohackers di Kin Lab

Nuovo Rinascimento podcast

10-11-2022 • 27 mins

Nel quartiere di San Siro, a pochi passi dallo stadio Meazza, si trova Kin Lab, il primo wet lab di Milano. Un luogo dove femminismi e minoranze escluse dalla ricerca scientifica si appropriano dell’osservazione al microscopio, includendo le comunità di quartiere per riqualificare la periferia dal basso. Abbiamo dialogato con le fondatrici di questo laboratorio autogestito, Zoe Romano e Maddalena Fragnito, attiviste e biohackers, riguardo le nuove forme di socialità in cui arte, medicina, tecnologia e buona politica si mescolano e ibridano continuamente.  Questa intervista è una delle attività di sensibilizzazione realizzate per WeSTEAM,  progetto finanziato dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea, che si propone di sviluppare, testare e diffondere una metodologia basata sull'approccio STEAM per contrastare il gender gap nello studio delle discipline STEM. Per approfondire:  il sito di Kin Lab il profilo Instagram ufficiale Si ringrazia Giulia Tomasello, artista e biodesigner, per aver partecipato come mediatrice. Ci trovate anche su Instagram come @nuovorinascimentomag oppure sul sito nuovorinascimentomag.it E se ciò che facciamo vi piace e vorreste saperne di più, potete iscrivervi alla newsletter di Sineglossa.